Accetta la nostra politica sui cookies per continuare a navigare sul nostro sito web.
  • Seleziona il tuo sito internet
  • IT

Modello Organizzativo 231/2001

Valori di trasparenza, correttezza e lealtà cui si ispira Altran Italia, sono alla base dell’adozione del Modello di organizzazione, gestione e controllo di cui al d.lgs. 231/2001 che consiste in un sistema organizzativo costruito “su misura” per la nostra azienda e finalizzato alla prevenzione della commissione di reati legati alle attività svolte al suo interno.

Questo strumento si inserisce in un contesto giuridico totalmente nuovo per il nostro ordinamento italiano che, attraverso il d.lgs. 231/2001, si è adeguato ad alcune Convenzioni internazionali in materia di responsabilità degli enti.

Questa iniziativa si inserisce nel più ampio progetto di Altran Italia al fine di produrre un processo di miglioramento continuo atto a valorizzare il patrimonio immateriale esistente nonché la rete di relazioni con i propri stakeholder.

Altran Italia, con l’adozione del Modello 231, ha istituito un Organismo deputato a vigilare sul funzionamento e l’osservanza del Modello stesso: si tratta dell’Organismo di Vigilanza (O.d.V.).

All’Organismo di Vigilanza spetta il compito di far rispettare tutte le procedure Aziendali e a ricevere tutte le, eventuali, segnalazioni riguardanti qualsiasi non conformità e violazione, reale o presunta, di dette procedure, nonché ogni informazione inerente la commissione di reati.

L’Organismo di Vigilanza, che opera in completa autonomia riferendo solo al Consiglio di Amministrazione di Altran Italia è composto da tre membri: due esterni, l’Avv. David Terracina (Presidente) e l’Avv. Tommaso Politi, ed un componente interno all'Azienda, il Dr. Biagino Costanzo (autosospesosi in data 08 maggio 2017 per incompatibilità con il ruolo di Consigliere del CDA)

Modello di organizzazione, gestione e controllo D. Lgs. 231/2001 di Altran Italia: